Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Concorso infermieri: l’Ordine segnala 6 incongruenze nei test e scrive lettera

273 Visite

Le chiamano incongruenze. Sono sei risposte ad altrettante domande che l’Ordine delle professioni infermieristiche ritiene sbagliate. Risposte ad altrettante domande che facevano parte dell’esame sostenuto dagli oltre 10mila partecipanti all’ultimo concorso per 566 posti da infermiere, disputatosi in più giorni alla Fera del Levante.

Così è stata scritta una lettera al presidente della commissione esaminatrice, Francesco Germini e al direttore generale dell’Asl Bari, Antonio Sanguedolce, nella qual si rilevano le incongruenze che “necessitano approfondimenti”. Se questo possa invalidare il “concorsone”, è ancora presto per capirlo. Il problema, però, si pone. Anche perché chi scrive fa seguito alle “numerose segnalazioni pervenute a questo Ordine all’indomani della pubblicazione in chiaro del questionario “. In pratica, cosa è successo?

Il quesito 30 del 2° turno riporta testualmente: La lepiduria è: ritenendo esatta la risposta contrassegnata con la lettera C (un anticoagulante alternativo).
Incongruenza: la parola lepiduria non esiste nel vocabolario. Partendo dalla risposta ritenuta valida si può dedurre che forse si trattava della lepirudina? Ovvero di un farmaco inibitore diretto della trombina reversibile?

Il quesito 1 del 3° turno riporta testualmente: La foniatria è la scienza: riteNendo valida la risposta contrassegnata con la lettera A (Comunicazione verbale), in alcune fonti letterarie anche la risposta B (Linguaggio) è ritenuta valida rispetto al quesito in esame.

Il quesito 4 del turno 5 presenta una incongruenza (art. 35 codice deontologico) poiché presenta due risposte esatte e precisamente quella contrassegnata con la lettera A e quella con la lettera B.

Al 7° turno si segnala il quesito 19 che riporta testualmente: La sindorme di Volkman è una: ritenendo valida la risposta contrassegnata con la lettera B (malformazione congenita del cuore), in letteratura e sullo stesso testo Edises la si ritiene una sindrome ischemica, ovvero la risposta esatta sarebbe quella contrassegnata con la lettera C.

E così via.

Come andrà a finire la polemica?

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo