Feste e cene senza controlli, al Campus CX crescono i casi Covid: «Poca sicurezza»

Gli ospiti sono stati ufficialmente avvisati solo ieri della presenza di casi Covid all’interno della struttura, quando però già la notizia si era diffusa e i buoi erano scappati dal recinto. Al Campus CX di via Amendola a Bari, complesso privato che conta circa 600 posti letto per studenti universitari, c’è un vuoto di controllo sul rispetto delle misure anti-contagio.

I casi Covid sono un paio, più altri contatti stretti su cui le autorità sanitarie territoriali stanno procedendo alle verifiche previste. Nelle scorse ore, dopo la rilevazione dei primi due casi di positività, la struttura è stata isolata e gli ospiti sono stati posti in quarantena. 

Il problema, però, è che all’interno del Campus CX la vita sembrerebbe procedere come se nulla fosse. E a segnalare le parecchie anomalie sono alcuni degli ospiti: a parte le feste “clandestine”, su cui poco si può fare se non appellarsi alla coscienza individuale, preoccupano cene, feste e serate organizzate dalla struttura stessa. Tutte iniziative “lecite” ma potenziali occasioni di contagio, soprattutto se – come sembra – la vigilanza, l’obbligo delle mascherine e il distanziamento praticamente non esistono.

Nelle ultime ore, avvisando gli studenti della presenza di contagi Covid, la direzione del Campus X ha ricordato pedissequamente tutte le misure di prevenzione (distanziamento, niente assembramenti nelle camere, pagamenti online per evitare code) e il dovere di esibire il green pass all’interno della struttura, che prevede ampi spazi comuni come il bar, il ristorante, la palestra, i giardini, la piscina. 

Un intervento che, però, alcuni studenti reputano tardivo: «Ci sono delle feste “clandestine” su cui i guardiani chiudono un occhio – racconta uno degli ospiti. Nei luoghi comuni le persone stazionano senza mascherina, c’è poco rispetto delle norme di sicurezza. Si continuano, inoltre, a organizzare delle feste con oltre 1o0 persone assembrate in sala mensa senza mascherina. La situazione inizia a diventare pericolosa; gli spazi comuni (sala studio, sala cinema, sala giochi, palestra, rooftop, mensa) continuano a rimanere aperti senza limitazioni e i prossimi eventi del Campus CX sono ancora fissati in calendario». 

Promo