«Darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù», il caffè spirituale di mons. Savino

CAFFÈ SPIRITUALE
SABATO, 18 DICEMBRE 2021
FERIA PROPRIA DEL 18 DICEMBRE
====☕️====

—–•••—–

«Verrà il Cristo, il nostro re,
l’Agnello annunciato da Giovanni.»

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO
Gesù nascerà da Maria, sposa di Giuseppe, figlio di Davide.
✠ Dal Vangelo secondo Matteo
(Mt 1,18-24).
Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
«Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio:
a lui sarà dato il nome di Emmanuele»,
che significa «Dio con noi».
Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.

MEDITAZIONE
Sant’Efrem Siro [(ca 306-373)
diacono in Siria, dottore della Chiesa],
Inno per la Natività

« Giuseppe, figlio di Davide, non temere »

Giuseppe abbracciava
il Figlio del Padre celeste
come un neonato,
e lo serviva come il suo Dio.
Si compiaceva in lui
come nella Bontà in persona;
si prendeva cura
di colui che è il giusto per eccellenza (Mt 1,19).
Quale paradosso!
“Come è possibile,
o Figlio dell’Altissimo,
che tu divenga mio figlio?
Contro tua madre mi irritavo,
e pensavo di licenziarla.
Non sapevo
che c’era un gran tesoro nel suo seno
che nella mia povertà
all’improvviso mi rendeva ricco.
Dalla mia stirpe è sorto
il re Davide
e si è cinto con la corona.
A quale povertà
sono arrivato!
Sono operaio invece che re;
eppure mi è data una corona
poiché sul mio cuore riposa
il Signore di tutte le corone.”

PADRE NOSTRO…

ORAISON
Oppressi a lungo sotto il giogo del peccato,
aspettiamo, o Padre, la nostra redenzione;
la nuova nascita del tuo Figlio unigenito
ci liberi dalla schiavitù antica. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

******
«Gli sarà dato il nome di Emmanuele,
che significa Dio con noi.» (Mt 1,23)
In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.
+ don Francesco

Promo