Editoriale a cura della redazione di Barisera

Anche quest’anno molti centri commerciali resteranno aperti il giorno di Ferragosto. La Filcams Cgil ritiene sbagliata questa scelta, che non ha alcuna giustificazione commerciale, proclama una giornata di sciopero e invita i cittadini a boicottare i negozi aperti. Secondo il sindacato, infatti, è stato dimostrato dai fatti che le aperture domenicali e festive non portano alcun beneficio ai bilanci aziendali e, anzi, indeboliscono gli acquisti in settimana in favore di quelli festivi. Filcams Cgil ricorda inoltre ai lavoratori ed alle lavoratrici come la disponibilità al lavoro festivo sia una scelta libera e autonoma e il datore di lavoro non può in alcun modo imporre al dipendente di essere presente sul posto di lavoro, neanche attraverso sanzioni disciplinari che sarebbero illegittime.

I clienti, ai quali Filcams Cgil chiede senso di responsabilità e collaborazione, potranno fare comunque acquisti nei giorni precedenti e successivi al Ferragosto e scegliendo di non passare il 15 agosto in un centro commerciale: “Le aziende devono prendere atto del fatto che il clima sta cambiando e, finalmente, si comincia a comprendere che le aperture domenicali e festive non solo “distruggono” le relazioni familiari e sociali ma creano dumping tra grande e piccola distribuzione portando alla cessazione dell’attività i negozi tradizionalmente radicati in città, non creando nuovi posti di lavoro se non quelli atipici e meno tutelati e comportando comunque un aumento dei costi di gestione che inevitabilmente ricade sui consumatori”. Di qui la proclamazione dell’astensione al lavoro nella giornata di sabato.

Promo