DISCOTECHE CHIUSE. AGLI OPERATORI AIUTI DEL GOVERNO

NESSUNA DEROGA ALLE REGIONI, LE DISCOTECHE E LE SALE DA BALLO DEVONO CHIUDERE A CAUSA DELL’EMERGENZA SANITARIA PER CONTENERE LA DIFFUSIONE DEL CONTAGIO. E’ LA DECISIONE SCATURITA DAL CONFRONTO DEL POMERIGGIO TRA IL GOVERNO ED I RAPPRESENTANTI DELLE REGIONI. AGLI OPERATORI CHE SONO COSTRETTI A SOSPENDERE L’ATTIVITA’, SARA’ RICONOSCIUTO UN SOSTEGNO ECONOMICO. LA NOTIZIA ERA ATTESA DOPO L’AUMENTO DEI CONTAGI NELLE ULTIME SETTIMANE E LE DIFFICOLTA’ DI FAR RISPETTARE LE NORME DI SICUREZZA ALL’INTERNO DEI LOCALI. INOLTRE DALLE 18 ALLE 6 DEL MATTINO LE MASCHERINE SARANNO OBBLIGATORIE NEI LUOGHI E LOCALI APERTI AL PUBBLICO IN CUI E’ PIU’ FACILE CHE SI CREINO ASSEMBRAMENTI. “VOGLIANO DARE UN SEGNALE AL PAESE PER TENERE ALTA L’ATTENZIONE’. QUESTO IL COMMENTO DEL MINISTRO DELLA SALUTE SPERANZA

Promo