Bariseranews.it – Oltre la notizia

La burocrazia contro s. Nicola

366 Visite

La notizia è che l’idea di un grande monumento a s. Nicola riscuote sempre più consensi. In tempi di assenza di punti di riferimento e di pandemie subdole e pericolosissime il pensiero della gente comune istintivamente si rivolge fiduciosa al Santo dei baresi. Con l’alibi dell’economia da risvegliare sostanzialmente si cerca in Lui quella forza che le nostre Istituzioni non ci danno. È molto significativo infatti che sono i cittadini a volerlo e non le Istituzioni.

La politica, anche locale, si è da sempre impossessata di ogni cosa che potesse offrire un po’ di visibilità specie se costa poco. La opportunità di patrocinare la costruzione di una super statua dedicata a S. Nicola -magari realizzata a spese dei fedeli- avrebbe dovuto scatenare gli appetiti dei politicanti locali; invece nulla, anzi cominciano i distinguo burocratici: serve il tale parere, la tale autorizzazione, il tale certificato. Si sa che la burocrazia è il cavallo di battaglia della politica nazionale e locale (da un po’ anche europea) ed il sistema migliore per accrescere il potere degli occupanti delle Istituzioni: è tutto negato e poi, dopo molto tempo e montagne di carte, benignamente elargito. Aprire una salumeria è una gimkana costosa e lunga pensata -apparentemente- per premiare la grande distribuzione che disponendo di maggiori risorse può affrontare tali costi più a cuor leggero. Sembra che anche s. Nicola dovrà mettersi in coda in attesa che i vari funzionari svolgano il proprio ruolo.

Noi crediamo che così come per i salumieri i dipendenti pubblici dovrebbero fare a gara a fare al meglio e al più presto il proprio dovere. Così dovrebbero fare tutto quello che serve per permettere al monumento di essere realizzato al più presto e al meglio. Peraltro penso che nessuno ignori che oggi tutta la popolazione è concorde nel ritenere la burocrazia come il nemico pubblico numero uno e quindi sarebbe bene che si faccia di tutto per nascondere questo aspetto vergognoso della macchina pubblica.

Ma siamo certi che il nostro Santo saprà avere ragione anche di questo terribile bubbone ravvedendo queste zavorre della nostra società.

Promo