Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

“Io, il primo barese che ha fatto il vaccino russo Sputnik V”

283 Visite

Poco più di un pizzico. Tutto qui. Roberto La Forgia, barese trasferitosi da anni a Mosca per lavoro, è vaccinato contro il Covid. Gli è stato somministrato lo Sputnik V il farmaco russo i cui risultati sull’utilizzo su larga scala sono stati pubblicati sulla rivista scientifica The Lancet, una delle voci più autorevoli della scienza, con risultati più che incoraggianti.

La Forgia racconta: “La prenotazione per il vaccino è stata semplicissima. Con una app ho scelto la struttura, tra ospedali e cliniche e quale giorno scegliere tra quelli disponibili. Orari compreso. Mi hanno sottoposto ad una visita molto accurata prima della somministrazione. Appuntamento rispettato al minuto. Insomma, tutto molto funzionale. Mi hanno anche rilasciato un certificato parziale”.

Sono già passati alcuni giorni dalla somministrazione del vaccino. Effetti indesiderati?

“Finora nessuno. La seconda dose è programmata il 26 febbraio. La vaccinazione è gratuita. La copertura dicono gli esperti scientifici si aggira attorno al 91 per cento”.

Come funziona lo Sputnik?
“In realtà è la combinazione di due vaccini che utilizza la tecnologia a vettore virale. La prima e la seconda dose contengono virus diversi. Una procedura finalizzata a far produrre al sistema immunitario gli anticorpi diretti contro la famosa proteina spike”.

Cosa fa a Mosca?

“Lavoro nel campo della ricerca scientifica”.

Qual è la situazione della pandemia in Russia?

“Il sindaco di Mosca ha decretato il 27 gennaio il ritorno ad una quasi totale operatività. Ci sono delle prescrizioni da rispettare nei ristoranti, teatri, etc e l’obbligo del lavoro a distanza diventa una raccomandazione . Gli studenti dell’Università di Mosca ritornano a frequentare le lezioni in presenza”.

Che sensazione ha della macchina sanitaria: è efficace?

“La mia è un’esperienza limitata a questa situazione. Un fotogramma, non una pellicola completa. Ho avuto un’impressione positiva legata alla somministrazione del vaccino”.

A proposito, che tempo c’è oggi?

“Fa un po’ freddo: meno 15 gradi”.

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo