Discarica abusiva a Poggiofranco

Ci sono voluti due mesi di indagini da parte della Polizia Locale per ricostruire quanto stava accadendo in una rimessa nelle campagne del quartiere Poggiofranco.

In una area agricola parzialmente occupata da una vecchia struttura edilizia, realizzata da tettoie precarie, era stata realizzata una discarica abusiva dove venivano regolarmente accatastati rifiuti di ogni genere, anche pericolosi, come televisori,  lavatrici e frigoriferi  smontati, compressori,  piani cottura, forni, caldaie di vecchi ferri da stiro, telecamere con centraline elettroniche, martelli elettropneumatici in disuso, rottami ferrosi, vasche da bagno rotte, vecchi infissi metallici vari, centinaia di kg di tubazioni e viti e bullonerie arrugginite,  lavelli da cucina, scocche di ciclomotori, vecchi  torchi in disuso, telai di impalcature edilizie in disuso, betoniere in disuso,  travature e bancali in legno fatiscenti,  rifiuti vari in plastica e gomma, rifiuti derivanti da costruzioni o lavori edili, ma anche innumerevoli rifiuti ingombranti come mobili, divani e poltrone, colori, vernici e solventi.

Una parte dei rifiuti provengono dall’attività, peraltro illecita, di svuotacantine. Tutta l’area interessata, di circa 450 mq è stata sequestrata; di questa un terzo risulta persino già espropriata dal Comune, quindi è detenuta illegalmente.

Il responsabile, un 60enne, è stato denunciato per gestione abusiva di rifiuti senza iscrizione all’albo Gestori Ambientali  e per la realizzazione di una discarica abusiva. L’uomo deve rispondere, in concorso con altra persona indagata, anche del reato di occupazione abusiva di area pubblica appartenente al Comune di Bari.

Sono ora in corso ulteriori indagini per inquadrare quante siano le persone coinvolte, anche perché ci sono altri comproprietari, tutti congiunti, e bisogna capire se erano a conoscenza di quanto stava accadendo.

«Il controllo e il monitoraggio continuo delle aree comunali da parte della  Polizia Locale – ha dichiarato il generale Michele Palumbo – volto a prevenire anche gli abbandoni incontrollati di rifiuti o la realizzazione di vere discariche di rifiuti è una parte importante dell’azione di controllo del territorio finalizzato anche  alla Tutela dell’Ambiente e della Salute, per preservare il nostro territorio dall’incuria e dal degrado. Le indagini a volte sono difficili, lunghe e complesse , ma spesso, anche con l’aiuto e la collaborazione dei cittadini,  producono buoni risultati.  I controlli della Polizia Locale continueranno naturalmente su tutto l’agro comunale, anche periferico alla zona urbanizzata».

Promo