Presentata la stagione teatrale di Bari 2021\2022

L’assessore Ines Pierucci racconta con emozione la ripresa dell’ attività teatrale dopo la pandemia. tante le novità e gli spunti di riflessione maturati proprio in questo periodo difficile che ha insegnato a guardare il mondo con occhi nuovi.

“Oggi finalmente, con molta emozione, abbiamo presentato la stagione teatrale di Bari 2021\2022 che riprende le fila di un discorso interrotto a dicembre del 2019, quando abbiamo riaperto il teatro Piccinni con una serie di mise en espace dedicate ad Eduardo De Filippo.
Riprendiamo, perciò, anche simbolicamente, da dove ci siamo lasciati, con lo spettacolo “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo per la regia di Francesco Rosi, con la partecipazione di Gianfelice Imparato.
Nei mesi passati abbiamo riflettuto molto su due temi, in primo luogo sulle nuove modalità di fruizione dei contenuti culturali legate all’esperienza pandemica, e poi sul valore della memoria e sulla costruzione della nostra comune identità
In questa stagione, non a caso, entra a gamba tesa la storia, con uno spettacolo dedicato alla Shoah tratto da “Se questo è un uomo” di Primo Levi, a gennaio, mese della memoria, e un altro dedicato a Michele Fazio, la cui scomparsa per mano criminale ha segnato la storia degli ultimi 30 anni della nostra città, in scena a marzo nella giornata delle vittime innocenti di mafia.
Abbiamo anche voluto fortemente portare a teatro i libri, non solo con spettacoli di teatro di narrazione, ma con tre incontri tra parole e musica nel corso dei quali faremo un viaggio con Gianfranco Dioguardi e Francesco Maggiore nella Puglia raccontata dagli scatti dell’immenso Lorenzo Capellini con le incursioni musicali di Paola Turci, proseguiremo con un omaggio a David Foster Wallace a cura di Alessandra Minervini, Giovanni Za e Carlo Chicco per riflettere su un tempo che ha segnato la generazione dei quarantenni di tutto il mondo, con la partecipazione straordinaria di Cristiano Godano, e concluderemo con Maurizio De Giovanni che, accompagnato da uno dei musicisti storici della band di Pino Daniele, Marco Zurzolo, ci accompagnerà nel viaggio dei Bastardi di Pizzofalcone fortunata saga, prima letteraria e poi televisiva.
Vogliamo che a teatro si consumino contaminazioni nuove, intersezionali, capaci di parlare a tutti i tipi di pubblico, perché il teatro torni ad essere il luogo di comunità nel quale riflettere e crescere insieme”.

Promo