Bariseranews.it – Oltre la notizia

Droga, a Bari circola liberamente. La Polizia ha scoperto altre due centrali di spaccio

157 Visite

La droga, probabilmente, è l’unica “merce” che sta circolando liberamente nonostante le chiusure e i divieti di assembramenti. C’è tanta marijuana, ma anche hashish e cocaina per le strade. Gli spacciatori ormai consegnano gli stupefacenti a domicilio e su appuntamento ai clienti che, evidentemente, in questo lungo periodo hanno aumentato il consumo per sopportare, erroneamente, la difficile situazione. Internet, in questo senso, ricopre un ruolo strategico sia per gli appuntamenti e sia per la vendita. Ecco perché i controlli sono aumentati e sono numerosi gli interventi.

Gli ultimi in ordine di tempo sono stati eseguiti ieri tra il centro di Bari, Ceglie del Campo e la strada provinciale per Modugno.

In centro, i poliziotti della volante hanno denunciato un uomo per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Gli agenti, insieme alla Squadra cinofili, hanno fermato dopo un inseguimento un 28enne, già noto alle forze dell’ordine, extracomunitario regolare sul territorio nazionale, che alla vista della Polizia è fuggito a bordo di una bici elettrica.

Quando è stato perquisito, addosso aveva circa 9 grammi di hashish suddivisi in dosi, e 600 euro, provento dello spaccio.

La Squadra mobile, invece, è intervenuta sulla strada provinciale tra Bari e Modugno su segnalazione di alcuni cittadini. Sembra che da tempo siano state scelte come centrale di spaccio alcune palazzine lungo la provinciale. Durante un appostamento, gli agenti hanno fermato un’auto sospetta con una coppia a bordo.

I due, evidentemente scoperti, hanno spontaneamente dichiarato di avere due cipolle di cocaina, destinate ad uso personale, acquistate da uno sconosciuto.

Dalle immediate indagini, i poliziotti hanno individuato il luogo dello scambio, un seminterrato usato dal pregiudicato Gianluca Genchi e dalla compagna.

Nel locale sono state scoperte 40 dosi di cocaina, 1.500 euro in banconote, un bilancino di precisione, strumenti per il taglio dello stupefacente e un dispositivo da cucina per il sottovuoto. Genchi, 30enne con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato quindi arresto e condotto agli arresti domiciliari.

A Ceglie del Campo, invece, i Falchi della Questura hanno scoperto alcune dosi di hashish già confezionate e un panetto di circa 60 grammi, all’interno dell’abitazione di Dylan Colella.

Il 20enne, pregiudicato, era agli arresti domiciliari per i reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e detenzione illegale di armi. Le unità cinofile hanno poi scoperto anche il materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. Per lui, questa volta si sono aperte le porte del carcere di Bari in attesa di giudizio.

Promo