Slider
Slider
Slider

Volevano i soldi e il negozio. Arrestati 3 estorsori

85 Visite

Tre vecchie conoscenze delle forse dell’ordine, i 20enni Nicola Primavera, Emmanuel Troiani Mezzina e Giuseppe Patruno sono in carcere per tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso, nei confronti di un giovane titolare di una rivendita di articoli di profumeria e per l’igiene personale al quartiere Libertà.

L’operazione è scattata questa mattina. Gli agenti della Squadra mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Bari, su richiesta di questa Direzione distrettuale antimafia.

Secondo le indagini, il terzetto – ritenuto vicino al clan Strisciuglio, egemone tra il Libertà e il San Paolo – aveva preso di mira il titolare dell’attività commerciale. Con percosse e dietro la minaccia della distruzione del locale, pretendeva 20.000 euro da avere in poche ore. Se ciò non fosse stato possibile, allora il negoziante doveva chiudere e cedere l’attività ad uno di loro.

Le prove nei confronti dei tre sono state raccolte dagli investigatori. Gli arresti hanno ristabilito legalità e giustizia in un quartiere spesso sotto i riflettori, dove i residenti chiedono e pretendono il rispetto delle regole. Un segnale di presenza importante da parte delle istituzioni.

Slider

Promo