Bariseranews.it – Oltre la notizia

Spazio Murat abbraccia il progetto Affido Culturale: arte e design si incontrano in centro a Bari

132 Visite

Un contenitore culturale con ‘vocazione’ all’arte contemporanea, collocato nel centro di Bari, che si apre ai più giovani. E che rientra pienamente nella filosofia di Affido Culturale, progetto selezionato da “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa, di cui la Fondazione Sat è capofila del progetto in Puglia.

Si sigilla così la collaborazione con lo Spazio Murat, che permetterà alle famiglie affidatarie e ai piccoli affidati di prendere parte a diverse iniziative all’interno della struttura barese, dove arte, design e artigianato si incontrano in modalità creative e inedite.

L’obiettivo è come sempre quello di permettere l’accesso ai luoghi della cultura anche a chi normalmente non ha i mezzi per poterlo fare, nell’ottica di una crescita generazionale, naturalmente in ‘compagnia’ di una famiglia che sostiene il progetto.

Cos’è Spazio Murat

Spazio Murat è un contenitore culturale dedicato alla promozione e divulgazione del sistema delle arti contemporaneo, con un’attenzione  particolare alle arti visive e al design. Si trova a Bari in piazza  Ferrarese, punto di contatto tra la città vecchia e il borgo moderno.

Nato nel 1818 come mercato di generi alimentari, lo spazio è stato  demolito a metà Novecento e successivamente ricostruito. Spazio Murat  ospita oggi esposizioni, incontri, laboratori e il Puglia Design  Store, il concept store dell’artigianato made in Puglia.

Le attività proposte per Affido Culturale

Ma cosa potranno ottenere con gli ‘e-ducati’ (la moneta virtuale del progetto), i giovani destinatari di Affido Culturale? La collaborazione con Fondazione Sat prevede quattro diverse linee guida. In primis un ciclo di visite guidate, che include anche un ‘momento esperienziale’ nel Puglia Design Store, adiacente al contenitore culturale in piazza Ferrarese, dove sono in mostra (e disponibili alla vendita) oggetti d’arredamento di design, naturalmente totalmente ‘made in Puglia’. Un’esperienza fruibile tutto l’anno, con due appuntamenti previsti settimanalmente.

Spazio poi alle mostre, con le prossime esposizioni previste nel periodo tra la primavera e l’autunno 2021: da Ingressi contingentati di Giorgio Di Palma (che prevede anche l’accesso a una speciale area di gioco/manipolazione) a Bari visionaria (prevista nel periodo estivo), fino al focus spaziale di Forensic Architecture, che offre al visitatore indagini open source, la costruzione di modelli digitali e fisici, animazioni 3D, ambienti di realtà virtuale e piattaforme cartografiche. Il quarto e ultimo punto della convenzione guarda al futuro e vede la possibilità per i piccoli destinatari del progetto di prendere parte alle mostre e alle iniziative culturali che si organizzeranno all’interno di Spazio Murat da qui fino al 2023.

“Spazio Murat ha nel suo DNA la partecipazione a progetti come quello di Affido Culturale – spiegano  –  che mettono al centro la cultura e la sua accessibilità. Fin dal primo  momento siamo stati entusiasti nel prenderne parte, progettando  iniziative ad hoc che possano sensibilizzare su temi a noi cari come il vissuto e la contemporaneità osservati da un punto di vista  artistico”.

Per aderire al progetto o avere altre info: affidoculturale.bari@gmail.com

Promo