Un barese armato a spasso per Modugno

È stato arrestato per ricettazione, porto e detenzione illegale di armi e munizioni, un 36enne, L.M., barese, con piccoli precedenti alle spalle, dai Carabinieri della Compagnia di Modugno.

Durante la notte, in una delle vie della “zona Cecilia”, i militari del Nucleo Radiomobile hanno fermato per un normale controllo l’autovettura condotta dal giovane. Il 36enne è apparso subito nervoso. Quando gli sono stati chiesti i documenti, è uscito dall’auto, li ha consegnati, si è girato di spalle e rapidamente ha lanciato dal marsupio un oggetto lontano da loro. Il gesto ovviamente non è sfuggito ai militari che lo hanno subito bloccato e recuperato l’oggetto. Si trattava di una pistola Beretta cal. 6,35 con caricatore inserito, contenente 7 munizioni.

Con i colleghi della locale Stazione Carabinieri, è proseguita la perquisizione a casa sua a Bari. Anche lì sono state scoperte nel comodino della camera da letto 8 munizioni cal. 22, un caricatore per pistola cal. 9×21, contenente 8 munizioni e 20 munizioni cal. 9×18. All’interno di un giaccone, poi, nell’armadio di una cameretta, c’era un’altra pistola calibro 9×18, priva di matricola, di fabbricazione estera, con il caricatore inserito con 8 munizioni.

Dagli accertamenti è emerso che le pistole erano funzionanti e detenute illegalmente. A questo punto, l’arresto è stato inevitabile. Le armi e le munizioni ora sono al vaglio degli esperti balistici, per ricostruire la loro storia.

Promo